No products in the cart.
Top

Buttare

Bisognerebbe buttarle, una mattina, le cose consumate,

(quelle che fai fatica a definire finite, perché c’è un po’ di cattiveria in questa parola)

O forse una sera.

Un bel giorno, di quelli che svoltano per una novità e tu nemmeno ci speravi più,

o in mezzo a una giornata in cui non hai detto e non hai ascoltato una sola parola?

Mentre la radio suona quella canzone, o l’altra?

No, proprio quella.

Prima di una bella doccia, o subito dopo, quando in accappatoio,

credi di essere nell’involucro di te nuova nuova?

Prima di cancellare il numero o subito dopo?

Ché di solito i numeri si cancellano in accappatoio, perché la doccia fa fare scelte drastiche.

Bisognerebbe buttarle le cose consumate,

ma una alla volta o tutte insieme?

Forse una alla volta.

Ma poi “e se questa facesse ancora quella sbavatura smangiucchiata

 perfetta per l’ombra sotto il cappello?”

“Questa invece è per la barba alla luce…”

E così non le butti mai certe cose.

Ma almeno per ogni cosa non buttata,

buttati tu in una nuova.

Meglio ancora se ti fa paura.

Annamaria Carelli
No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.

Open chat